#MotoE, CALENDARIO UFFICIALE: 7 gare, gran finale a Le Mans

#MotoE, CALENDARIO UFFICIALE: 7 gare, gran finale a Le Mans

Contemporaneamente al calendario MotoGP, sono uscite anche le date ufficiali per la (ri)partenza della MotoE, che si appresta a vivere la sua seconda Coppa del Mondo. I round saranno 7, con doppio weekend a Jerez e Misano, mentre il gran finale sarà a Le Mans

Ci siamo divertiti a fare delle ipotesi sul calendario di MotoE, visto l’imminente annuncio di quello della MotoGP e oggi finalmente abbiamo avuto la risposta a tutti i nostri dubbi. Oltre all’ufficializzazione delle date provvisorie della classe maggiore siamo venuti a conoscenza infatti delle gare che ospiteranno la serie elettrica, pronta più che mai a vivere la sua seconda stagione.

L’inizio a Jerez probabilmente non è mai stato in discussione ed è proprio da lì che le MotoE ricominceranno il loro cammino; il 19 luglio inizierà la seconda Coppa del Mondo FIM Enel MotoE, ma i piloti non dovranno spostarsi per disputare il secondo appuntamento, previsto per la settimana successiva. Infatti, Jerez ospiterà nuovamente la MotoE il 26 luglio per il secondo round.

Niente da fare invece per Red Bull Ring e Valencia, inizialmente previste dal calendario; se nel 2019 Valencia era stata addirittura cornice dell’atto conclusivo con doppia gara, quest’anno dovrà “accontentarsi” di MotoGP, Moto2 e Moto3, così come lo stesso dovrà fare Spielberg.

Rivedremo invece Misano il 13 e 20 settembre con doppia gara nella seconda occasione, mentre ci sarà un esordio assoluto in quello che sarà il round finale della seconda stagione di MotoE. Stiamo parlando di Le Mans, che originariamente avrebbe dovuto ospitare la serie elettrica anche nel 2019; l’evento era stato poi cancellato a seguito del disastroso incendio maturato nei test pre-campionato di Jerez, ma questa volta niente sembra poter ostacolare le MotoE dallo scendere in pista in Francia. Come accadrà nel primo weekend di Misano, anche Le Mans ospiterà due gare, precisamente il 10 e 11 ottobre.

Non mancano dunque le assenze illustri da un calendario dove sinceramente ci saremmo aspettati almeno un quinto round; l’emergenza sanitaria ha comportato dei sacrifici che dobbiamo accettare e in questo scenario le vittime sono state, per l’appunto, il Red Bull Ring e Valencia. Sarà un grande peccato non riavere queste due piste in calendario, ma Dorna ed organizzatori sono già al lavoro per il 2021.

Pierpaolo Franceschini

Fondatore di BibbiaGP e Blogelettrico. Amante delle competizioni che hanno un motore. Adoro scrivere, amo ciò che regala emozioni positive. Ah, sono anche curioso come una scimmia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *