MotoE Rewind #4: Ferrari cannibale

MotoE Rewind #4: Ferrari cannibale

Dopo la gara del sabato i piloti sono riscesi in pista la domenica per Gara 2 del Gran premio di Misano. Ferrari bissa la vittoria del giorno precedente e allunga a +19 su Garzo.

Uno dei due doppi appuntamenti della stagione di MotoE ha visto protagonista il Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini, “la terra dei piloti”. La griglia di partenza della domenica è uguale a quella del giorno prima, con Alex De Angelis (Team Pramac) davanti a tutti. Le due gare, anche se disputate sullo stesso circuito, presentano una differenza non da poco ovvero l’orario; infatti, se al sabato si è corso nel pomeriggio alle 16:15, la domenica la gara si è svolta alle 10:05. Una differenza non da poco che ha influito molto sulla temperatura dell’asfalto e quindi sulle gomme.    

La pista di casa ha fatto molto bene a Matteo Ferrari (Team Gresini), che dopo la gara del sabato si è imposto anche in quella della domenica. Una gara dominata, visto che ha preso la prima posizione al secondo giro per poi non perderla più, arrivando al traguardo con 2.687 secondi di vantaggio su Garzo (Team Tech 3) e 2.844 secondi di vantaggio su Casadei (Team Sic58). Ottime anche le prestazioni di Canepa (E-Team LCR) giunto quarto e di Maria Herrera (Angel Nieto Team) arrivata quinta, mentre non ha preso al via di Gara 2 il finlandese Niki Tuuli (Team Ajo), che dopo la caduta violenta del sabato in Gara 1 ha riportato la rottura di un polso e la frattura del femore.

Alla partenza buono scatto del pilota sanmarinese De Angelis, che mantiene la prima posizione seguito a ruota da Ferrari, ma ecco subito il primo colpo di scena: Xavier Simeon (Team Avintia) cade alla variante del Parco rimanendo in pista e in traiettoria, ma per fortuna tutti riescono ad evitarlo. Al secondo giro arriva il sorpasso in curva 1 di Ferrari su De Angelis e una volta al comando Matteo inizia ad allungare sugli altri. Durante il terzo giro, De Angelis commette un errore che lo fa scivolare dalla seconda posizione fino alla sesta. Ora è Garzo che comanda il gruppo di inseguitori con Canepa, Casadei e la Herrera alle sue spalle.

Nella seconda parte di gara, Ferrari continua ad allungare sempre di più su Garzo, mettendo in cassaforte il secondo successo del weekened. Al quarto giro arriva la caduta di De Angelis che bissa quella del giorno precedente ed incredibilmente poco dopo cade anche Gibernau (Team Pons 40). Il finale è incandescente: in quattro lottano per i due posti del podio rimanenti. Durante l’ultimo giro, Maria Herrera commette un errore che la fa scivolare dal terzo al quinto posto e all’ultima curva Casadei supera Canepa conquistando l’ultimo gradino del podio. Finisce con la vittoria di Ferrari davanti al brasiliano Garzo e il romagnolo Casadei.

Matteo Ferrari diventa così il primo pilota nella storia a vincere due gare in MotoE e anche il primo a vincerne due di fila. Grazie a questo successo, il pilota cesenate allunga sensibilmente in classifica ed anche grazie alla caduta di Simeon arriva ad avere 19 punti di vantaggio sul suo nuovo inseguitore Garzo. Adesso il centauro del Team Gresini è il più quotato alla vittoria finale del campionato, campionato che si concluderà nel doppio appuntamento di Valencia.   

Riccardo Ventura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *