Il team Octo Pramac MotoE è pronto a giocarsi tutte le sue carte per conquistare il titolo

Il team Octo Pramac MotoE è pronto a giocarsi tutte le sue carte per conquistare il titolo

La squadra gestita da Francesco Guidotti riconferma i due piloti Alex de Angelis e Josh Hook. I test di marzo sono stati più che positivi per entrambi, ed hanno portato ad un bel passo avanti nello sviluppo della moto. Riusciranno a giocarsi la vittoria del titolo?

Il team Octo Pramac MotoE prenderà parte al campionato mondiale di moto elettriche anche nella stagione 2020. Dopo un 2019 senza nessun podio conquistato, ma comunque positivo, i due piloti scelti dal team Pramac, Alex de Angelis e Josh Hook, sono pronti a lottare per raggiungere i risultati da sempre desiderati.

Nella passata stagione, il sanmarinese Alex de Angelis aveva concluso il campionato in settima posizione, ottenendo 47 punti. Pur senza essere mai salito sul podio, il 36enne ha dimostrato di avere ancora un ottimo polso, e di poter benissimo esprimere la sua tra i tanti giovani agguerriti. Nel gran premio di casa a San Marino, Alex era riuscito ad ottenere la pole position grazie al fantastico giro messo a segno nella E-Pole. Pur dimostrando un ottimo passo, entrambe le due gare terminarono nella ghiaia: in Gara 1 con uno spaventoso high-side mentre era in terza posizione, in Gara 2 con una scivolata in curva 13 mentre era sesto. Sono comunque arrivati due ottimi quarti posti per De Angelis in Austria e a Valencia.

Non è riuscito a raggiungere gli stessi risultati invece il suo compagno di squadra, Josh Hook, che ha terminato la stagione in tredicesima posizione e con un settimo posto in Austria come miglior piazzamento. Il pilota australiano infatti non ha mai dimostrato di avere il feeling necessario per giocarsi le posizioni di vertice. Nonostante la stagione incolore, il team Pramac ha comunque riconfermato il 27enne per il 2020 insieme ad Alex de Angelis.

I test di Jerez svolti a Marzo prima dell’emergenza sanitaria hanno dimostrato che la scelta del team Pramac di riconfermare i due piloti sia stata più che giusta; per entrambi sono stati stati test decisamente positivi grazie al quale hanno portato tante informazioni necessarie allo sviluppo della moto.

Il sanmarinese ha concluso i tre giorni in quarta posizione, compiendo il suo giro più veloce in 1:47:944, grazie al netto miglioramento della messa a punto;

“Sono contento della giornata odierna, e contentissimo di come abbiamo affrontato questo Test. Oggi ho fatto il mio miglior tempo e abbiamo migliorato sia il passo che il set-up. Voglio ringraziare il mio Team per essere rimasto qui con me in questo momento così particolare, speriamo che si possa tornare alla normalità il più presto.”

Alex De Angelis

Josh Hook ha invece dimostrato di aver compiuto un bel passo avanti sul passo e sul feeling con la moto elettrica. L’australiano si è piazzato ottavo in classifica generale, grazie ad un 1:48:568.

“Tre giorni molto positivi, abbiamo ottenuto tante informazioni utili. ll passo è sicuramente buono, dobbiamo solo cercare di trovare ancora un po’ di potenza, ma complessivamente sono molto soddisfatto di come siano andati questi giorni e di come abbiamo lavorato.”

Josh Jook

I due portacolori del team Pramac hanno quindi dimostrato di avere tutte le carte in regola per giocarsi con costanza le posizioni di alta classifica. Sicuramente i rivali non rimarranno a guardare, e daranno tutto per aggiudicarsi la seconda coppa di MotoE. Solamente il tempo sarà in grado di dirci se anche il team Pramac potrà giocarsi la conquista del titolo.

Filippo Matteucci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *