MotoE | Ferrari: “Sono un pilota corretto”. Xaus: “Matteo, devi essere fiero”

MotoE | Ferrari: “Sono un pilota corretto”. Xaus: “Matteo, devi essere fiero”

Jerez 2 non si è conclusa nel migliore dei modi per Matteo Ferrari, che ha commesso un errore coinvolgendo Eric Granado. Al termine della gara non sono mancate le critiche, a cui il pilota di Gresini ha voluto rispondere

Matteo Ferrari è stato al centro di discussione ed insulti al termine della seconda gara a Jerez. Il pilota italiano in gara ha provato un sorpasso sul brasiliano Eric Granado alla curva 6 che non è andato a buon fine causando la caduta di entrambi.

Non sono mancate critiche all’indirizzo dell’attuale campione del mondo MotoE, che ha voluto rispondere alle male lingue e ai giudizi contro il suo conto.

Il pilota del team Gresini si è scusato pubblicamente con Eric Granado:

“Sono dispiaciuto per i messaggi che ho ricevuto. Sono sempre stato corretto verso i miei rivali, e molto rispettoso. Certamente non avevo alcuna intenzione di colpire Eric, è stato un incidente di gara. Mi scuso con lui.

Matteo Ferrari

Successivamente si è espresso sulla propria situazione attuale:

“Ora siamo lontani in classifica. Ho provato il sorpasso in quel punto per recuperare posizioni, ma purtroppo c’è stato l’incidente. Senza quel contatto probabilmente avrei potuto salvare la caduta ma non è andata così. Ora testa bassa e lavorare, sono sicuro che possiamo ancora ribaltare la situazione in Campionato nei prossimi appuntamenti.”

Matteo Ferrari

Fortunatamente, sotto al suo post di scuse abbiamo letto anche commenti di conforto e apprezzamento per Matteo, in particolare il commento di Ruben Xaus, boss del team Avintia, per cui gareggia l’incolpevole Eric Granado.

“Matteo, devi essere fiero di quello che stai dimostrando. Oggi è successo ciò che si verifica quando non sei un ‘vincente’. Sfortunatamente è andata male a noi, ma non si può prevedere e controllare ogni situazione. È il lato peggiore del nostro sport, ma sia tu che Eric avete ancora molto da dire.”

Ruben Xaus

Emanuele Nunziati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *