Formula E | Gara 8 | Maximilian Günther trionfa resistendo al rientro finale di Frijns

Formula E | Gara 8 | Maximilian Günther trionfa resistendo al rientro finale di Frijns

Bellissima gara incerta fino all’ultimo centimetro. Si inizia con la lotta per il secondo posto tra Guenther, Vandoorne e le Mahindra. Dopo un full course yellow, Guenther si attacca a Vergne e riesce ad avere la meglio nonostante il rientro di Frijns che alla fine supera JEV e chiude secondo.

Dopo la doppietta di Antonio Felix Da Costa, la Formula E torna ad avere un nuovo vincitore nell’ottava gara della stagione, la terza del gran finale a Berlino. Una corsa entusiasmante fino agli ultimi centimetri, con una doppia lotta per vittoria e podio incerta fino alla bandiera a scacchi.

A trionfare è Maximilian Günther al termine di una gara perfetta dall’inizio alla fine. Dopo avere resistito nelle fasi iniziali agli attacchi per la 2° posizione, il pilota BMW si è lanciato all’inseguimento della prima posizione di Jean Eric Vergne.

Le cose cambiano verso i 25 minuti dalla fine, quando c’è un incidente. Si gira Calado che viene schivato dal compagno, ma Sette Camara rimane in mezzo alla pista e viene colpito da Jani. Lo svizzero di Porsche e il brasiliano di Geox Dragon sono costretti a ritirarsi causando full course yellow mentre Calado riesce a raggiungere i box, ma il pilota è costretto al ritiro.

La vettura di Sette Camara dopo l’incidente

Finito il full course yellow, quasi tutti i piloti prendono l’Attack Mode. Si riaccendono le lotte e sarà così fino alla fine. Guenther continua a rimanere attaccato a Vergne e negli ultimi minuti lo supera cercando la fuga decisiva. Dietro, Frijns, con un’ottima gara riesce a raggiungere Vergne e a superarlo, ma non riesce a completare l’opera su Guenther.

Nonostante una qualifica sottotono, il leader della classifica Da Costa risale fino alla 4^ posizione. Positiva anche la prestazione di Evans che porta la sua Panasonic Jaguar fino in nona posizione partendo dal fondo.

Molto male invece Vandoorne che alla ripartenza dopo full course yellow ha un problema mentre lotta per il podio e inizia a perdere potenza. l’olandese è costretto al ritiro. Problemi anche per Massa ma non di natura meccanica: il brasiliano colpisce Di Grassi venendo penalizzato con un drive through che lo fa finire in fondo alla classifica.

Lo spettacolo non finisce e non c’è tempo per riposare. Domani si riparte con lo stesso layout del circuito di Berlino. Solo una sessione di prove e poi ancora qualifiche e gara alle 19. Riuscirà Maxi Guenther a confermarsi?

Paolo Schmutz

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *