Formula E | Qualifica | Vergne in pole, Da Costa manca la Superpole

Formula E | Qualifica | Vergne in pole, Da Costa manca la Superpole

Conclude primo dopo la super pole Jean Eric Vergne. Dietro di lui Maximilian Guenther che riporta così la BMW là davanti. Seguono D’Ambrosio, Vandoorne, Lynn e Frijns. Incredibilmente fuori dalla Superpole Da Costa.

Alle 14:15 di oggi sono iniziate le qualifiche per l’ottavo gran premio del campionato di Formula E. Divisi in 4 gruppi, secondo la classifica del mondiale, i piloti sono scesi in pista. Avevano a disposizione un solo giro per riuscire ad entrare nelle prime 6 posizioni e dunque in Superpole. Rimane escluso Da Costa che termina nono, fatto abbastanza sorprendente se consideriamo che il portoghese aveva dominato nei due gran premi precedenti.

Alla fine della prima parte di qualifiche accedono alla Superpole: il due volte campione Vergne, Stoffel Vandoorne, entrambe le Mahindra di D’Ambrosio e Lynn, Robin Frijns e Maximilian Guenther. E’ proprio il tedesco a partire per primo in Superpole. Registra un ottimo tempo che gli permetterà di ottenere la seconda posizione.

Infatti dopo di lui parte Frijns che non riesce a competare un buon primo settore e chiude sesto. Davanti a lui Lynn che può ritenersi soddisfatto della 5^ posizione anche perché è da poco tornato a correre in Formula E. Davanti a lui Vandoorne che blocca le ruote in curva 6 e non riesce a battere Guenther. Anche D’Ambrosio, con la Mahindra, è costretto ad arrendersi e chiude terzo.

Inarrestabile invece Vergne. Il francese, compagno di Da Costa in DS Techeeta, vola in tutti e tre i settori. Dimostra ancora una volta quanto il suo team sia nettamente superiore agli altri dando 0.495 secondi di distacco a Guenther e chiudendo con un tempo di 1:06:277.

Ora non resta che aspettare la gara, che inizierà questa sera alle 19, per vedere se Da Costa riuscirà ad uscire dal gruppo centrale e riacciuffare il compagno o se per la prima volta quest’anno non sarà un’auto oro-nera a conquistare la prima posizione a Berlino.

Il nostro post sulle qualifiche.

Paolo Schmutz

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *