Volkswagen rinnova lo stabilimento di Hannover per l’arrivo dell’ID BUZZ

Volkswagen rinnova lo stabilimento di Hannover per l’arrivo dell’ID BUZZ

Volkswagen si sta preparando per la produzione dell ID BUZZ, il pulmino elettrico erede del mitico Volkswagen Bulli. Tanta attesa per il nuovo modello, che sfrutterà la piattaforma modulare MEB e arriverà non prima del 2022

Volkswagen ha annunciato l’arrivo del Volkswagen ID BUZZ. L’erede del mitico pulmino Bulli è imbolo di libertà, pace e trasgressione degli anni ’60-’70, il successore del Bulli sarà totalmente elettrico, e riprenderà lo stile tipico che le ha sempre contraddistinto.

Ma per poter mettere in pratica questo grande ritorno, era necessario un aggiornamento nelle fabbriche Volkswagen, soprattutto nello stabilimento di Hannover, dove è in programma la produzione del furgoncino elettrico.

Per prepararsi al nuovo modello, la fabbrica di Hannover è stata sottoposta a quattro settimane di lavori, tre delle quali hanno costretto a fermare la produzione, ripresa poi nella quarta settimana pur se a ritmi ridotti.

Tante le modifiche introdotte nello stabilimento, una su tutte l’aggiunta di un reparto verniciatura in grado di realizzare veicoli bicolore. E’ chiaro quindi che il nuovo ID.BUZZ riprenderà tra i vari tratti distintivi del Bulli anche la tipica verniciatura bicolore.

Volkswagen ID BUZZ

I lavori si sono concentrati poi sullo smantellamento della linea di montaggio dell’Amarok, l’installazione dei robot per l’assemblaggio del nuovo Volkswagen Multivan, la sostituzione delle presse per la realizzazione di pannelli carrozzeria, e la riorganizzazione generale della logistica.

Il pulmino sarà basato sulla nuova piattaforma modulare MEB, specifica per i modelli a batteria. Sarà lungo 4,94 metri, alto 1,96 e largo 1,98 con un passo lunghissimo di 3,3 metri per far spazio alla batteria, alloggiata sotto il pavimento.

Ciò garantirà tantissimo spazio all’interno dell’abitacolo, con diverse configurazioni possibili dei sedili. La batteria viene ricaricata fino all’80% in 80 minuti con le colonnine da 150Kw, consentendo un’autonomia di 600 km.

Tutto sembra ormai pronto quindi per la produzione del ID.BUZZ, che non potremo vedere sulle nostre strade prima del 2022.

Seguici per le ultime notizie sul comparto elettrico anche su Instagram!

Filippo Matteucci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *