AssoPetroli: “Presto nuove colonnine nei benzinai”

AssoPetroli: “Presto nuove colonnine nei benzinai”

Come annunciato dal segretario generale di AssoPetroli, presto sorgeranno nuove colonnine di ricarica presso gli attuali benzinai.

Come già da tempo si è potuto intuire, il mondo della mobilità elettrica si sta evolvendo a vista d’occhio in quasi tutti i Paesi, pur se a velocità ben diverse. Tutte le città si stanno organizzando per rendere questa nuova rivoluzione della mobilità più efficiente possibile.

Basti pensare al Regno Unito, dove in un solo anno le colonnine di ricarica per veicoli elettrici sono passati da 9000 a circa 18000, ben il doppio rispetto ai benzinai. Anche in Italia, pur se più lentamente, qualcosa si sta muovendo, e a confermarlo è Sebastiano Gallitelli, segretario generale di AssoPetroli.

Secondo quanto affermato:

“I distributori di benzina giocheranno una partita estremamente importante per lo sviluppo di massa della mobilità elettrica, dal momento che hanno le caratteristiche ideali in termini di capillarità e di spazi a disposizione”

Sebastiano Gallitelli, segretario generale di AssoPetroli

Saranno proprio gli attuali distributori di benzina che permetteranno di ospitare le nuove colonnine di ricarica, in modo da accelerare il processo di elettrificazione. Si tratta di un grandissimo passo avanti, dato che fino a questo momento le colonnine presso i distributori erano decisamente rare.

Le altre prospettive future

In città già diverse colonnine sono state installate per permettere di lasciare l’auto a ricaricare durante i momenti di inutilizzo, ma la svolta sta per arrivare soprattutto in ambito extra-urbano:

“La rete di rifornimento elettrico può evolversi in particolare fuori dalla città. Con le ricariche ultra-fast si può ambire a replicare un’esperienza di rifornimento molto vicina a quella delle auto tradizionali.”

Oltre a ciò, i distributori di benzina diventeranno strategici anche dal punto di vista logistico. Al posto dei vecchi serbatoi, si renderebbe possibile la creazione di nuovi spazi dove sistemare sistemi di accumulo energetici, per ricaricare ad alta potenza senza pesare sulla rete.

Ma non terminano qui le prospettive future annunciate da Gallitelli. Il segretario di AssoPetroli ha lanciato l’idea di creare degli impianti di carburanti più grandi alle porte della città. Un automobilista può lasciare la sua auto e utilizzarne una elettrica per spostarsi dentro la città a zero emissioni. Non mancano sicuramente quindi le idee per dare il via all’elettrificazione della mobilità. Per certo tutti questi nuovi segnali fanno presagire come il processo stia accelerando anche nel nostro Paese.

SEGUITECI ANCHE SU INSTAGRAM PER TUTTI GLI AGGIORNAMENTI

Filippo Matteucci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *