Polestar | Il brand elettrico di Volvo deve interrompere le vendite in Francia

Polestar | Il brand elettrico di Volvo deve interrompere le vendite in Francia

E’ stata sicuramente una dura decisione quella che Polestar, brand elettrico di Volvo, è stata costretta a prendere, ovvero interrompere le vendite dei propri veicoli in Francia. Il motivo? Una causa imputata da Citroen, già nel 2017, secondo cui il logo di Polestar sarebbe troppo simile a quello della casa transalpina.

Già nel 2017, con l’uscita della Polestar 1, la casa francese Citroen aveva imputato una causa contro il brand elettrico di Volvo perché il loro logo era troppo simile a quello già esistente della Citroen. Quest’estate, circa tre anni dopo la presentazione della causa, Citroen ha vinto costringendo così Polestar ad interrompere le ventite dei suoi veicoli in Francia.

A sinistra il logo di Polestar, a destra quello di Citroen

Secondo i francesi i due loghi differirebbero solo per la disposizione degli elementi, che sarebbero stati semplicemente copiati e spostati dagli svedesi. Come affermato da Citroen “ciò potrebbe generare confusione nel pubblico”, che potrebbe pensare a un collegamento economico tra i 2 brand.

Polestar, altri guai!

Nello specifico Polestar ha dovuto non solo ad interrompere la commercializzazione in Francia della Polestar 2 e di qualsiasi loro veicolo. Non potranno utilizzare per 6 mesi il proprio logo sul mercato francese e pagare una multa da 150 mila euro, che si aggiungeranno alle già smisurate spese legali che ammontano intorno ai 70 mila euro.

Insomma, un duro colpo per Polestar che con la Polestar 2 puntava a fare concorrenza alla celeberrima Tesla Model 3. Ora si vede privata anche della possibilità di pubblicizzare il proprio veicolo o svolgere qualsiasi attività online. Infatti accedendo al sito di Polestar dalla Francia troveremo una schermata bianca.

“L’accesso al sito Polestar non è possibile al pubblico francese a causa di restrizioni territoriali riguardanti l’uso di marchi registrati francesi numero 016898173 e numero 01689532.”.

La pagina iniziale del sito di Polestar se si accede dalla Francia

Per ora da Polestar non giungono nuove notizie. Il brand svedese era sempre stato convinto della propria posizione, secondo cui “i rischi di confusione” citati da Citroen non sussisterebbero. Tuttavia al brand elettrico di Volvo non resta che adeguarsi alle decisioni della corte.

L’azione più plausibile in questo momento sarebbe un cambio di logo così da poter tornare a vendere senza problemi allo scadere dei 6 mesi. La speranza è l’ultima a morire e chissà, magari Polestar farà un’ultimo tentativo per provare a sostenere la propria tesi.

SEGUITECI SU INSTAGRAM

Paolo Schmutz

Sono un ragazzo di 17 anni di Stresa, in Piemonte. Scrivo da quasi un anno per Blog Elettrico. Ho sempre amato il motorsport e in generale i veicoli a motore. Il mio sogno è di diventare telecronista di qualche campionato importante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *