Toto Wolff parla della Formula E dopo l’addio di Audi e BMW

Toto Wolff parla della Formula E dopo l’addio di Audi e BMW

Dopo gli addii di Audi e BMW, il team principal di Mercedes Motorsport, Toto Wolff, vuole una reazione e dei cambiamenti da parte della Formula elettrica.

Gli addii, nel 2022, di Audi e BMW potrebbero determinare un punto di svolta per la Formula E che, fino ad adesso, stava attirando a sé diversi costruttori, ma in pochi mesi lo scenario si è ribaltato in modo preoccupante.

Il responsabile di Mercedes Motorsport, Toto Wolff, ha parlato alla stampa della situazione attuale della Formula E e del suo futuro:

“Penso che la Formula E sia in una posizione forte nella sua nicchia, e può sicuramente crescere ancora al suo interno. Noi rimarremo impegnati fintanto che le normative finanziarie e i regolamenti tecnici resteranno interessanti per Mercedes”.

“Penso che la partenza della BMW non significhi che Andretti se ne vada, o che quella dell’Audi significhi che perderemo una squadra. Quindi prenderemo il messaggio, impareremo la lezione e diventeremo più forti. C’è sempre un lato positivo in momenti come questo. Queste situazioni servono a migliorare la serie e lo spettacolo.”

Audi BMW

Wolff vorrebbe un cambiamento nella piattaforma finanziaria della Formula E, ridiscutendo il budget cap pianificato con l’arrivo delle vetture Gen3 a partire dalla stagione 2022-2023.

“Questa è una situazione che deve essere compresa dalla Formula E e dall’organizzazione della Formula E, dobbiamo accelerare la discussione sul budget cap per prendere la serie più sostenibile dal punto di vista finanziario”.

“Detto questo, analizziamo i motivi per cui Audi e BMW se ne sono andate. Vediamolo come qualcosa da cui dobbiamo imparare e migliorare. C’è l’opportunità per la serie di imparare qualcosa dalla situazione e migliorare”.

Così ha concluso, il team principal Mercedes, Toto Wolff.

Simone Piovanelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *