Lamborghini Urus: un restyling elettrizzante?

Lamborghini Urus: un restyling elettrizzante?

Arrivano i primi avvistamenti sul nuovo restyling della Lamborghini Urus. Il nuovo Suv pare che avrà una variante plug-in.

Avvistata tra la neve della Svezia il Suv record d’incassi della Lamborghini. Restyling di mezza vita come si dice in questi casi per la Lamborghini Urus, lanciata per la prima volta nel 2018. Il Suv come andremo a vedere avrà delle modifiche e sembra che sarà in commercio dal 2022. Le modifiche riguarderanno: l’estetica dell’auto e la sua tecnologia. La più grande novità però sembra il motore. Secondo voci la casa di Sant’Agata Bolognese, sta per inserire nel mercato una variante della Urus con motore plug-in.

Le modifiche sull’estetica riguarderanno sia la parte anteriore che posteriore. Nella parte anteriore si avrà un design più “aggressivo”, con la modifica delle prese d’aria. Nella parte posteriore dovrebbe vedere la luce un nuovo diffusore (ma le immagini mostrano poco). Altra modifica riguarderà i nuovi fari a LED. Piccoli sviluppi anche per quanto riguarda l’interno. All’interno si avrà uno sviluppo della tecnologia che riguarderà: lo schermo per l’infotainment, il panello per regolare il clima e il quadro strumenti digitali.     

La Lamborghini come sempre metterà in campo diverse gamme di motori. In questa gamma di motori sembra esserci spazio per una versione plug-in. Dalle foto però non c’è nessun avvistamento di questa variante. Molte voci tuttavia sono sicure della variante plug-in, perché è fortemente voluta dalla casa automobilistica. Questa variante plug-in utilizzerà sicuramente la powertrain elettrificata che monta la Porsche Cayenne TurboS E-Hybrid.

il motore plug-in della Lamborghini urus

La Lamborghini Urus Evo, se monterà come sembra la powertrain della Porsche, avrà delle caratteristiche interessanti. La Urus Evo potrebbe montare un motore V 4.0 biturbo con un mild hybrid da 48 volt. La sua potenza potrebbe essere superiore ai 650 CV e agli 850 Nm di coppia di quella ora in commercio. la casa bolognese sembra che vogli puntare su questa soluzione più green per coprire molte fette di mercato. Una variante che riduca Co2, permette di rientrare nei limiti che impongono le grandi città, cosi da poter permettere ai clienti, di spostarsi nelle città.

SEGUITECI ANCHE SU INSTAGRAM PER TUTTI GLI AGGIORNAMENTI

Riccardo Ventura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *